Per molti anziani la vita sarebbe davvero difficile, forse impossibile, se non ci fossero i caregiver. Sono queste le persone che danno cura, che si prendono cura: vedono le necessità, organizzano la vita quotidiana, vigilano sulla sicurezza e le terapie, intervengono nelle emergenze, contengono l'ansia e la paura. Non è facile essere caregiver, tra le cose da fare e la persona anziana da rispettare, nelle sue scelte e nella sua autonomia. Per questo le attività dell'Alzheimer café sono integrate dalla possibilità di incontri specifici per i caregiver, familiari e/o assistenti.

Ad essi proponiamo di ritrovarsi in un gruppo di sostegno e di aiuto reciproco, con due finalità:

•  il reciproco scambio di informazioni tra i caregiver e i membri dell’équipe dell’Alzheimer café in relazione al vissuto degli anziani che partecipano alle attività, alle loro modalità di relazionarsi all’interno del nucleo familiare e all’interno dei gruppi, alle difficoltà e alle diverse strategie sperimentate;

•  la condivisione di esperienze e di conoscenze nel campo del deterioramento cognitivo, della vecchiaia e del lavoro di cura, così da ridurre la tensione legata all'assistenza, migliorare le proprie competenze e favorire una positiva evoluzione delle relazioni all'interno della famiglia e dell'ambiente di vita quotidiano.

In zona 8 i caregiver si incontrano regolarmente negli stessi orari delle attività con gli anziani, ma in spazi separati. cfr. alzheimer café zona 8

In zona 9 i caregiver che fossero interessati a questa attività possono mettersi in contatto con Silvana Botassis (silvana.botassis@alconfine.net) per programmare incontri periodici.